Vai al menù principale Vai al menù secondario Vai ai contenuti Vai a fondo pagina
Istituto di Istruzione Superiore "Baracca" di Forlì (FC)
Istituto di Istruzione Superiore "Baracca" di Forlì (FC)
ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE
"BARACCA"
Visualizza circolare

Oggetto: COMPORTAMENTI DA OSSERVARE NELL'AMBIENTE DI LAVORO ISTRUZIONI PER IL PERSONALE COLLABORATORE SCOLASTICO
Protocollo/Numero: 167
Pubblicata il: 15/01/2019
Destinatari: ATA
Plessi: Istituto di Istruzione Superiore "Baracca" - Forlì (FC)

Ai Collaboratori Scolastici
Tutte le sedi
All'Albo del sito web


Oggetto: COMPORTAMENTI DA OSSERVARE NELL'AMBIENTE DI LAVORO
ISTRUZIONI PER IL PERSONALE COLLABORATORE SCOLASTICO
(Lista non esaustiva)


Si ricorda a tutto il personale che l'ingresso in Istituto scolastico è regolamentato, pertanto si invitano i collaboratori scolastici ad attenersi alle seguenti disposizioni.
Si richiamano alcuni comportamenti da osservare per un corretto svolgimento dell'incarico di Collaboratore Scolastico e si rinvia al Regolamento d'Istituto per gli ulteriori adempimenti di servizio.
 le porte dell'ingresso devono essere chiuse alle ore 08.15;
 il personale in servizio al centralino provvederà a verificare l'identità del visitatore e lo scopo della visita (verrà richiesto un documento d'identità e rilasciato un pass per l'ingresso);
 nessuna persona estranea all'Istituto (compresi ex allievi e dipendenti) può accedere senza autorizzazione dell'ufficio di presidenza alla sede scolastica;
 non è consentito l'ingresso in istituto a personale di ditte o enti esterni, per interventi e manutenzioni, se non preventivamente concordati e autorizzati dalla Dirigenza. L'RSPP deve essere sempre informato di tali ingressi prima che avvengano, per le pratiche di competenza ai sensi del D. Lgs. 81/08 e successive integrazioni e modifiche.
1) NORME GENERALI DI IGIENE
• Prima di iniziare le normali mansioni quotidiane indossare la divisa di lavoro in dotazione e, quando necessario, i dispositivi di protezione individuali.
• Durante l'orario di lavoro evitare tassativamente di correre o qualsiasi altro comportamento pericoloso (es. camminare velocemente o ad occhi chiusi, sporgersi eccessivamente dalle balaustre, salire/scendere le scale senza tenersi al corrimano, non camminare con oggetti appuntiti, non posizionare oggetti in alto senza fissarli, non lasciare prodotti o attrezzature incustoditi, ecc.) per la propria e altrui incolumità.
• Le calzature debbono essere basse, senza tacco, con suola antiscivolo (non ciabatte), ben allacciate, chiuse e confortevoli. L'utilizzo di calzature improprie può comportare il rischio di caduta accidentale, scivolamento, soprattutto durante l'utilizzo di scale fisse e portatili e nelle operazioni di movimentazione manuale dei carichi, durante le operazioni di pulizia e fasi di evacuazione dell'edificio in caso di emergenza, oltre a provocare sollecitazioni pericolose all'apparato muscolo-scheletrico;
• Lavarsi le mani prima e dopo ogni operazione che richiede l'uso di prodotti per la pulizia o l'eventuale manipolazione di alimenti o di rifiuti;
• Adoperare guanti a perdere in particolare quando si deve prestare soccorso ad un infortunato (soprattutto in caso di fuoriuscita di sangue);
2) PULIZIA E RIORDINO DEI LOCALI E DELLE PERTINENZE
2A) PULIZIA ED AERAZIONE DELLE AULE E DEGLI SPAZI COMUNI
• In via ordinaria, effettuare la pulizia delle aule, dei servizi igienici e degli spazi comuni (corridoi, scale, ingressi, locali di servizio, ecc.) al termine dell'attività didattica giornaliera, dopo l'uscita degli studenti, rimuovendo i rifiuti e lavando i pavimenti e gli arredi (in particolare banchi, sedie, lavagne);
• Durante l'eventuale, a seconda delle esigenze, pulizia dei servizi igienici nella mattinata, è necessario interdire l'accesso ai bagni finché i pavimenti non siano completamente asciutti: il temporaneo divieto di utilizzo dei bagni deve essere segnalato con appositi cartelli ovvero chiudendo provvisoriamente la porta del bagno;
• Fare attenzione all'uso degli stracci per la pulizia dei servizi igienici affinché non abbiano inavvertitamente a cadere nelle condutture; non lasciare aperti i rubinetti dell'acqua;
• Alla fine del turno effettuare una pulizia sommaria delle aule: vuotare i cestini della carta, spazzare i pavimenti, riordinare le aule;
• Areare le aule almeno una volta al giorno prima dell'ingresso degli alunni, aprendo le finestre e cambiando l'aria.
2B) RIORDINO DEI LOCALI
• Qualora vi siano arredi difettosi, rotti o in cattivo stato di manutenzione, toglierli immediatamente dall'uso, collocarli in luogo sicuro non accessibile senza accatastarli e segnalare il fatto all'Ufficio Tecnico della scuola per la successiva richiesta di rottamazione;
• Non disporre oggetti pesanti sopra gli armadi o sui ripiani più alti degli scaffali; non disporre oggetti in vetro sui davanzali o sopra gli armadi; non disporre oggetti in bilico o comunque in posizione instabile (per esempio, vasi, specchi, ecc.);
• Rimuovere al più presto eventuali sostanze o liquidi che siano accidentalmente caduti sui banchi o sul pavimento; raccogliere immediatamente da terra oggetti scivolosi o pericolosi caduti accidentalmente sul pavimento (per esempio, puntine da disegno, ecc.);
• Non raccogliere a mani nude oggetti taglienti (per esempio frammenti di vetro); non gettare nel cestino della carta materiali taglienti, appuntiti o infiammabili;
• Alla fine della giornata, prima di chiudere la scuola, verificare accuratamente che le luci di tutti i locali siano spente, che le finestre e le porte siano chiuse e che non si trovino fuori posto arredi e attrezzature che possano rappresentare intralcio.
2C) PULIZIA DELLE PERTINENZE
• Periodicamente, ma con cadenza almeno settimanale, ispezionare i giardini e gli spazi esterni di pertinenza per rimuovere eventuali oggetti pericolosi (vetri rotti, sassi, materiali abbandonati);
• Eseguire la pulizia sommaria dei giardini e degli spazi esterni di pertinenza usando sempre attrezzature adeguate soprattutto se sono presenti vetri o materiali pericolosi;
• Nel caso vi siano situazioni di pericolo che richiedono l'intervento dei competenti Uffici, segnalarlo immediatamente all'Ufficio Tecnico della scuola per la successiva richiesta di intervento da inviare ai competenti Uffici (per esempio tombini rimossi o scoperchiati, animali morti, piante da potare, ecc.)
• Qualora si riscontri la presenza di siringhe abbandonate, ratti, processionarie o animali morti, vietare immediatamente l'accesso all'area interessata, quindi informare con la massima urgenza il Responsabile per la sicurezza e la Segreteria della scuola per la successiva richiesta di intervento da inviare ai competenti Uffici
3) SERVIZIO DI PORTINERIA E CONTROLLI
3A) SERVIZIO DI PORTINERIA
• Il servizio di portineria deve essere garantito per tutto il tempo di apertura del servizio scolastico nei pressi dell'ingresso principale della scuola: detto servizio è finalizzato a regolare l'accesso degli alunni e del pubblico negli orari stabiliti e ad evitare l'intrusione nei locali scolastici di persone non autorizzate;
• Garantire costantemente un'adeguata vigilanza sui diversi piani dell'edificio (almeno un collaboratore scolastico per ciascuna ala di piano), in particolare durante la normale attività didattica e nel momento della ricreazione;
3B) CONTROLLI SUGLI INGRESSI, VIE D'USCITA E IMPIANTI
• Mantenere i corridoi e le uscite di emergenza costantemente sgombri da qualsiasi materiale, arredo od oggetto che possa rappresentare intralcio al passaggio o pericolo di inciampo;
• Non collocare o lasciare arredi e attrezzature mobili (per esempio carrelli, scale, contenitori, carrelli porta attrezzi, piante, ecc.) lungo i corridoi o in prossimità delle vie d'uscita ovvero sulle scale. Gli arredi e le attrezzature mobili possono essere collocati, se necessario, in rientranze, purché non siano di impedimento al passaggio.
• Verificare periodicamente il buon funzionamento delle porte e delle uscite di emergenza, segnalando prontamente al Responsabile per la sicurezza eventuali anomalie riscontrate;
• Qualora lungo le vie di fuga vi siano impedimenti od ostacoli che non è possibile rimuovere se non con l'intervento dell'Ente Locale (per esempio materiali ingombranti e pesanti, dislivelli, ecc.) in attesa dei necessari lavori di adeguamento deve essere segnalato il fatto al Responsabile per la sicurezza, allo scopo di adottare soluzioni temporanee e sostitutive: cartellonistica, avviso scritto, uscite alternative, ecc.; segnalare inoltre immediatamente il fatto all'Ufficio Tecnico della scuola per la successiva richiesta di intervento da inviare ai competenti Uffici;
• Verificare periodicamente il buon funzionamento dell'ascensore; in caso di anomalie o malfunzionamento, segnalare prontamente il problema alla ditta che cura la manutenzione e contemporaneamente apporre alla porta dell'ascensore un cartello che ne vieta l'uso;
• In caso di evacuazione dell'edificio, è vietato a chiunque usare l'ascensore;
• Verificare periodicamente il buon funzionamento degli impianti (illuminazione, riscaldamento, servizi igienici, ecc.); in caso di anomalie o malfunzionamento, segnalare prontamente il problema al Responsabile per la sicurezza e all'Ufficio Tecnico della scuola per la successiva richiesta di intervento da inviare ai competenti Uffici;

4) COMPITI DI SUPPORTO ALL'ATTIVITA' EDUCATIVA
• Prestare la necessaria vigilanza sugli alunni in caso di temporanea assenza o impedimento dell'insegnante di classe e in particolare durante la ricreazione, quando gli alunni utilizzano i servizi igienici;
5) USO E CONSERVAZIONE DI SOSTANZE DETERGENTI
Alcune delle sostanze che abitualmente sono usate per la pulizia presentano rischi di tipo chimico, chiedere all'ufficio copia della simbologia delle etichettature.
Quando si usano tali sostanze, occorre attenersi scrupolosamente alle seguenti istruzioni:
• Prima di utilizzare il prodotto leggere attentamente le istruzioni riportate sull'etichetta;
• Non utilizzare in alcun caso prodotti privi di etichetta ovvero che non appartengono alla dotazione della scuola;
• Utilizzare i detersivi e i prodotti per la pulizia in modo corretto, secondo le dosi e le concentrazioni consigliate;
• Conservare ogni sostanza nella confezione originale, senza travasarla in altri contenitori o miscelarla con altre sostanze;
• Non lasciare bombolette spray vicino a fonti di calore, in quanto possono infiammarsi o esplodere;
• Non lasciare mai incustodito o aperto il prodotto; dopo l'uso riporre accuratamente il prodotto opportunamente sigillato negli appositi armadi al di fuori della portata degli alunni e chiudere gli armadi, avendo l'accortezza che le sostanze non abbiano accidentalmente a cadere o a versarsi;
• Nell'uso di sostanze detergenti adoperare sempre i dispositivi di protezione individuale (guanti).

6) MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI, USO DI MACCHINARI
6A) MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI
In generale la movimentazione manuale dei carichi in ambito scolastico ha carattere occasionale. Nella esecuzione di dette mansioni, quando ciò è possibile, è opportuno impiegare mezzi meccanici di trasporto e di sollevamento (per esempio carrelli, porta attrezzi, ascensore, ecc.).
Nel caso in cui si debbano sollevare carichi (per esempio contenitori, faldoni, ecc.) occorre attenersi alle seguenti norme comportamentali:
• Se il carico è ingombrante, difficile da afferrare o troppo pesante (oltre 20 Kg per le donne, oltre 30 Kg per gli uomini), esso dovrà essere movimentato da due persone;
• Nel sollevamento dei carichi piegarsi sempre sulle ginocchia, evitando contorsioni o piegamenti del dorso, strappi o movimenti innaturali, la schiena deve rimanere il più possibile eretta;
• Il carico non deve trovarsi né essere posizionato in equilibrio instabile.
6B) USO DI MACCHINARI E ATTREZZATURE
• E' rigorosamente vietato salire su sedie, sgabelli o tavoli per provvedere alla pulizia delle finestre; operare sempre da terra utilizzando appositi attrezzi muniti di prolunghe;
• Nell'uso di attrezzi per la piccola manutenzione munirsi di appositi guanti; terminato l'intervento riporre sempre gli attrezzi in luogo sicuro; evitare in ogni caso di effettuare riparazioni su macchine e rivolgersi sempre al servizio di assistenza.
• Nel caso si debbano utilizzare scale portatili, attenersi alle seguenti istruzioni: usare unicamente scale del tipo "doppie" o "aperte a libro"; controllare che le scale non superino i cinque metri di altezza, che siano provviste di apposito dispositivo di bloccaggio che impedisca l'apertura dell'attrezzo, di un predellino stabile come ultimo gradino, di dispositivi anti-sdrucciolo alle estremità inferiori dei montanti; durante il lavoro su scale gli utensili debbono essere tenuti entro apposite guaine o assicurati in modo da impedirne la caduta; nell'uso delle scale è opportuno lavorare in coppia (una persona sulla scala ed un'altra che opera a terra per prevenire cadute, per trattenere la scala, per evitare sbandamenti); non spostare o manovrare la scala quando una persona si trova sui gradini; assicurarsi sempre che i gradini siano stabili, non sdrucciolevoli e che su di essi non cadano accidentalmente dei liquidi durante il lavoro.

7) RISCHIO ELETTRICO, RISCHIO INCENDI, RISCHIO SISMICO
7A) RISCHIO ELETTRICO
• Non manomettere né modificare per alcuna ragione elementi dell'impianto elettrico o di macchine ad esso collegate;
• Se si notano danni o fatti anomali nell'impianto e negli apparecchi elettrici (per esempio fili scoperti o volanti, prese elettriche difettose che si surriscaldano, placchette o scatole di derivazione danneggiate) astenersi ovvero sospendere immediatamente l'uso degli stessi e quindi segnalare prontamente il fatto al Responsabile della sicurezza e all'Ufficio Tecnico della scuola per la richiesta di intervento da inviare agli Uffici competenti;
• Prima di usare le apparecchiature elettriche verificarne l'integrità, la funzionalità e la sicurezza seguendo sempre le istruzioni dei relativi manuali;
• Prima di usare un apparecchio alimentato da corrente elettrica verificare che la presa di corrente e la spina siano perfettamente funzionanti e prive di parti accessibili sotto tensione o di fili elettrici parzialmente scoperti;
• Non collegare ad una stessa presa di corrente più macchinari mediante prese multiple; è vietato usare spine non adatte alla presa; evitare l'uso di prolunghe e adattatori;
• Posizionare l'apparecchio elettrico in modo da evitare che il cavo sia di ingombro o di intralcio al passaggio;
• Non operare mai con le mani bagnate o umide su macchine elettriche;
• Se è necessario aprire l'apparecchio elettrico (per esempio per rimuovere i fogli rimasti accartocciati nella fotocopiatrice) ovvero cambiare accessori (per esempio una lampada), non operare mai con la macchina accesa e collegata alla presa di corrente: spegnere prima l'interruttore, togliere la spina dalla presa e quindi operare sulle parti interne della macchina;
• Non tirare mai i cavi elettrici per interrompere l'alimentazione; non estrarre la spina dalla presa senza aver prima spento l'interruttore; quando si disinserisce la spina dalla presa al muro tirare direttamente la spina con una mano e premere sulla presa con l'altra mano;
• Quando una macchina è in movimento o è accesa è vietato pulire, oleare, lavare, registrare a mano parti o elementi della macchina stessa;
• Attenersi sempre alle istruzioni del manuale sia per l'utilizzo che per la manutenzione della macchina;
• Se si verifica interruzione dell'energia elettrica, occorre prestare attenzione affinché il successivo ripristino della corrente non comporti il riavvio automatico della macchina.
7B) RISCHIO INCENDI
• E' vietato utilizzare apparecchiature elettriche personali che non appartengono alla dotazione della scuola;
• E' tassativamente vietato fumare sia nelle aule che in qualunque altro locale all'interno della scuola;
• E' tassativamente vietato rimuovere senza necessità o manomettere i dispositivi di lotta antincendio e la segnaletica presente nella scuola (estintori, idranti, cartelli con divieto di fumo, vie di fuga, planimetrie e istruzioni per l'evacuazione della scuola);
• Tenere i materiali infiammabili (per esempio carta, prodotti per la pulizia, ecc) lontano da fonti di ignizione;
• Smaltire quotidianamente i rifiuti cartacei raccogliendoli negli appositi contenitori all'esterno della scuola;
• Se vi è pericolo di incendio, adottare le precauzioni e le misure di sicurezza previste dal piano di evacuazione della scuola, a salvaguardia della propria sicurezza e di quella degli altri lavoratori ed alunni;
7C) RISCHIO SISMICO
• E' tassativamente vietato intralciare il passaggio nei corridoi e nei pressi delle uscite di emergenza: nessun arredo o attrezzatura mobile deve essere collocato o lasciato lungo i corridoi o in prossimità delle porte e delle vie di uscita;
• Verificare periodicamente il buon funzionamento delle porte e delle uscite di emergenza, segnalando prontamente eventuali anomalie al Responsabile della sicurezza e all'Ufficio Tecnico della scuola per la richiesta di intervento da inviare agli Uffici competenti;
• Adottare tutte le misure precauzionali indicate nel piano di evacuazione per il rischio sismico, a salvaguardia della propria e dell'altrui incolumità;
• In caso di evacuazione dell'edificio, è vietato a chiunque usare l'ascensore; non sostare per le scale o lungo i corridoi, ma raggiungere immediatamente il luogo sicuro all'esterno dell'edificio dopo aver svolto tutti i compiti assegnati previsti dal piano di evacuazione;

Il Dirigente Scolastico Reggente
(Prof.ssa Iris Tognon

Anno scolastico: 2018/2019
Responsabile e titolare del procedimento: Dirigente Scolastico
Incaricato/a del procedimento: FALSETTI LAURA

 Visualizzazioni: 130Stampa la circolare 
Torna indietro Torna su: access key 5
HTML5+CSS3
Copyright © 2007/2019 by www.massimolenzi.com - Credits
Utenti connessi: 349
N. visitatori: 5717002